Games.it » PC Games » Soluzioni e guide » Football Manager 2018 - Guida per principianti

Football Manager 2018 - Guida per principianti

Partenza perfetta!

9 novembre 2017 - di Redazione Games

Football Manager 2018: Guida per principianti - I campionati europei stanno entrando nel vivo e, come ogni anno, è arrivato il momento di lanciarsi alla scoperta del nuovo capitolo appartenente alla famosa serie Football Manager. Nelle varie edizioni che abbiamo testato negli ultimi tempi sono cambiate parecchie cose, ma c'è un aspetto che è rimasto immutato: il gioco rimane dannatamente difficile, specialmente per gli utenti che non si sono mai avvicinati al franchise. Per questo motivo noi di Games.it abbiamo deciso di proporvi una nuova "guida per pincipianti" dedicata a Football Manager 2018, giusto qualche consiglio per aiutarvi a partire col piede giusto e per permettervi di comprendere facilmente tutte le meccaniche. Non fatevi illusioni però: ci vogliono letteralmente mesi per padroneggiare a dovere un Football Manager in ogni suo aspetto, quindi non abbiate fretta e cercate di imparare nel minor tempo possibile.

ALTRE GUIDE DISPONIBILI:

Guida ai migliori Giovani Talenti
Guida agli Affari Migliori
Guida ai Budget delle squadre
Guida agli Svincolati e Parametro Zero

football-manager-2018-guida-per-principianti

Panchina traballante

In Football Manager 2018, come da tradizione, potete scegliere di partire come allenatori senza contratto o, in alternativa, avete la possibilità di prendere fin da subito le redini della vostra squadra del cuore. In entrambi i casi in tempi più o meno brevi vi troverete in una situazione di estrema instabilità, catapultati in un contesto finora conosciuto solo dall'esterno e comunque piuttosto caotico. La prima cosa da fare per evitare di impazzire, quindi, è cercare di darsi un ordine mentale per i compiti da svolgere: ricordate che nel gioco il tempo scorre solo quando lo decidete voi, quindi fate tutto con la dovuta calma.

Il primo step, nel caso in cui non abbiate già tutti i dettagli al riguardo, è analizzare la competizione principale alla quale dovrete partecipare (solitamente il campionato): in questo modo capirete subito chi saranno gli avversari più forti, più deboli e pari livello. Imparando di più sul campionato inoltre potrete anche regolarvi meglio per il mercato e , dopo aver analizzato la vostra rosa, potrete fare una valutazione più realistica della vostra prossima stagione. Il secondo step è proprio quello appena citato: dopo aver ottenuto maggiori informazioni sul campionato è necessario analizzare a fondo ogni singolo giocatore della rosa per capirne i ruoli, le attitudini, l'atteggiamento, il potenziale e così via. Un'operazione del genere solitamente richiede molto tempo dal momento che ci sono anche rose da più di venti giocatori, ma è assolutamente essenziale dal momento che senza un'adeguata consapevolezza è impossibile fare una stagione decente. Per il momento non perdete tempo a parlare con i singoli giocatori, lo farete più avanti, limitatevi a controllare le varie statistiche per capire su chi puntare e chi lasciar andare. 

L'interfaccia di Football Manager 2018, esattamente come quella dei precedenti capitoli, può apparire caotica e indecifrabile a un primo sguardo ma vi assicuriamo che con la calma e con l'abitudine tutto acquisisce un senso. Nelle schermate dedicate ai giocatori trovate veramente tutte, ma proprio tutte le informazioni di cui avete bisogno per capire l'impatto che un giocatore avrà sulla vostra squadra quindi non affrettate la cosa. 

Dopo aver analizzato a fondo la competizione e la rosa a vostra disposizione potete dedicarvi alle mail in arrivo e, successivamente, potete concentrarvi su aspetti più specifici come gli allenamenti, il mercato e lo staff.

guida-principianti-fm-2018

Soldi e schemi

Il mercato è una componente essenziale di Football Manager, è ciò che di fatto vi permette di stravolgere o consolidare una rosa. Per fare una buona campagna trasferimenti, tuttavia, è strettamente necessario avere una rete di osservatori di livello quindi prima di buttarvi nella sezione calciomercato vi consigliamo di controllare questo aspetto. Gli osservatori migliori costano ovviamente, ma è un investimento quasi obbligatorio dal momento che senza di loro vi prendereste una quantità industriale di bidoni... Gli altri membri dello staff possono attendere, come abbiamo detto i primi giorni è importante che vi assicuriate di avere dei buoni scout. 

Per quanto riguarda il mercato non ci sono delle vere e proprie regole, ogni giocatore ha il suo approccio e la sua propensione al rischio... Le linee guida valide per tutti, a meno che non stiate allenando il Real, sono che i soldi non crescono sugli alberi e che conviene sempre consultare con attenzione le regole del campionato di appartenenza per evitare di trovarsi con degli esuberi (non spendete soldi per giocatori che non potreste mettere in lista, vi assicuriamo che queste disattenzioni sono piuttosto frequenti). Sfruttate l'analisi della rosa che avete fatto in precedenza e, regolandovi sul tipo di modulo e di gioco che volete mettere in atto, individuate le posizioni in cui siete più scoperti. Cercate sempre di prendere almeno un giovane di grande prospettiva (li trovate nella nostra guida dedicata), in questo modo potrete sempre coprirvi con delle ottime plusvalenze nel caso in cui le cose dovessero andare male...

Dopo aver fatto le prime offerte o le prime cessioni è finalmente il momento di dedicarsi agli allenamenti. Il vostro approccio naturalmente deve variare a seconda del periodo dell'anno, in una partita classica con inizio in estate è fondamentale concentrarsi fin da subito sulla preparazione atletica. In ogni caso anche per gli allenamenti non c'è una vera regola fissa, ogni giocatore deve sperimentare per trovare col tempo il giusto compromesso in grado di soddisfarlo. Un consiglio che possiamo sicuramente darvi è di sfruttare al 200% le amichevoli pre-campionato per capire cosa sta funzionando e cosa no, quali aspetti allenare meglio e quali allenamenti individuali assegnare. Non fate gestire tutto in automatico al PC perché spesso e volentieri prende decisioni sbagliate. 

Conclusione

Partire col piede giusto in Football Manager 2018 non è semplice, ma è essenziale per una stagione di successo. Sbagliare mercato o preparazione in estate significa nel 90% dei casi buttare l'anno e molto spesso, purtroppo, questo porta all'esonero. Fate tutto con calma, prendetevi il vostro tempo e seguite le linee guida generali che vi abbiamo dato: in questo modo, agendo con questo ordine, riuscirete a organizzarvi meglio e a prendere decisioni migliori. Naturalmente in questa guida ci rivolgiamo ai principianti e ai novizi della serie, gli utenti più esperti possono tranquillamente continuare a seguire le procedure perfezionate in questi anni.