Games.it » Sony » Ps4 » Anteprima » Days Gone - Anteprima E3 2017

Days Gone - Anteprima E3 2017

In viaggio per la sopravvivenza

14 giugno 2017 - di Astre .
  • Piattaforma: Playstation 4
  • Genere: Action / Survival
  • Sviluppatore: Sony Bend
  • Distributore: Sony
  • Numero giocatori: 1
  • Età consigliata: n.d.
  • Prezzo: n.d.
  • Data di uscita: 2018

Voto della redazione

n.d.

Voto dei lettori

Sono passati circa dodici mesi da quando Sony Bend ha mostrato al mondo il suo nuovo progetto, Days Gone. A distanza di circa un anno, durante la conferenza E3 2017 di Sony, questo action game dai tratti horror è tornato alla ribalta con un video gameplay che ha permesso di conoscere nuovi dettagli sull’esclusiva PlayStation 4. Nemici di ogni tipo, umani e non, sono pronti a mettersi sulla strada di Deacon e, naturalmente, occhio alle Hordes.

 

Chi sono i veri nemici?

Days Gone è un action-game open world ambientato nel nord ovest del Pacifico in un periodo storico decisamente particolare. Sono passati infatti solo due anni dalla pandemia che ha trasformato il mondo e lo ha reso diverso da quello che tutti noi conosciamo, anche se forse già visto altrove (film o serie tv giusto per fare qualche esempio). Animali o essere umani non fa alcuna differenza, nessuno è stato risparmiato, o quasi. 

Tra questi pochi superstiti c’è infatti Deacon, protagonista del titolo di Sony Bend che, insieme ai “legali”, cerca di fare l’unica cosa possibile nel mondo di Days Gone: sopravvivere. Gli “zombie”, diversi per conformazione (gli Swarmers sono adulti infetti pericolosi sia da soli che in gruppo; i Newts bambini infetti mentre gli Hordes sono grossi gruppi di Swarmers che si muovono e reagiscono come se fosse un’unica entità), non saranno però gli unici avversari e forse, a dirla tutta, non saranno nemmeno i nemici peggiori. Accanto agli animali infetti, conosciuti proprio in occasione dell’E3 di quest’anno, ci sono gli umani, altri essere umani, volenterosi nell’eliminare Deacon e tutti i “legali”.

Vedi le foto: Days Gone

Tutti in Gioco

Non mancano però le sorprese per Days Gone che si rivela essere molto di più che un solito e banale “gioco sugli zombie”. La prima grande novità riguarda proprio alcune dinamiche del gameplay: gli utenti infatti, e di conseguenza Deacon, potranno utilizzare le Horders a proprio vantaggio, dal momento che gli essere umani infetti non fanno alcuna distinzione tra “buoni e cattivi”. Ciò che inizialmente può rivelarsi un nemico e un vero pericolo a volte quindi può diventare il primo alleato e un aiuto inaspettato. Starà al giocatore scegliere in che modo volgere la situazione a proprio vantaggio, scegliendo la giusta strategia e adottando la giusta tattica d’attacco. 

Sony Bend non si è voluta però fermare qui e ha cercato di scavare maggiormente in profondità per dare un senso più vero e vissuto a Days Gone. Lungo l’avventura, di cui per il momento non si conoscono approfonditamente i dettagli, Deacon si troverà a effettuare delle scelte decisamente non facile, ponendosi di fronte grandi interrogativi, specialmente in un mondo che sembra aver condannato l’essere umano all’oblio. Cosa significa veramente vivere? Per cosa vale la pena combattere? Perché continuare a combattere? Se la speranza non muore mai, cosa ci dona speranza? Questi sono solo alcuni esempi, citati dagli stessi sviluppatori, che però riescono a dare un’idea di quello che potrà essere Days Gone, un titolo ambio, non solo nei contenuti ma anche nel significato, dove la lotta per la sopravvivenza assumerà un nuovo significato. 

Vedi le foto: Days Gone

Commenti finali

Days Gone si presenta come un titolo ampio, vasto e profondo. L’ambientazione post-apocalittica (o quasi) e le diverse sfaccettature che personaggi e trama possono assumere rende questo gioco ancor più interessante, il tutto corredato da un comparto grafico e audio (aspetto da non sottovalutare) di primo livello. Per il momento non ci sono ancora indicazioni sulla data di uscita di Days Gone che, ricordiamo, è un’esclusiva PlayStation 4.