Il sito non è più aggiornato dal 1 Gennaio 2018
Games.it » Sony » Ps4 » Recensioni » Okami HD - Recensione

Okami HD - Recensione

Un tuffo nel passato, un tuffo nella bellezza

11 dicembre 2017 - di Samuele Zaboi
  • Piattaforma: PC, PlayStation 4, Xbox One
  • Genere: Action/RPG
  • Sviluppatore: Capcom
  • Distributore: Capcom
  • Numero giocatori: 1
  • Età consigliata: 12+
  • Prezzo: 19,99€
  • Data di uscita: 12 dicembre 2017

Voto della redazione

9,0

Voto dei lettori

Articolo a cura di Samuele Zaboi

Esiste nel mondo videoludico una categoria, più o meno vasta, di titoli che per diversi motivi sono stati mal considerati se non addirittura dimenticati dal grande pubblico nonostante siano, di fatto, veri (piccoli) capolavori. Tra questi rientra senza ombra di dubbio Okami, gioco che può vantare 10 anni di esperienza alle sue spalle, quando debuttò su PlayStation 2. Con un designer del calibro di Hideki Kamiya, il titolo è ora tornato in tutto il suo splendore anche su PC, PlayStation 4 e Xbox One, con tutto lo splendore di una grafica in alta definizione e 4K.


Nella terra del Sol Levante

Il Giappone è, di per sé, una terra con immenso fascino e a maggior ragione l’epoca feudale (chiedere ai fan di Assassin’s Creed per avere una conferma, ndr). Proprio qui, centinaia di anni addietro, prendono luogo le vicende di Amaterasu, la dea giapponese del sole, che nella forma del leggendario lupo bianco Shiranui, torna sulla Terra per affrontare Orochi, demone a otto teste simile a un’Idra tornato in vita dopo 100 anni con l’unico obiettivo di distruggere la Terra e la sua bellezza.
Nel corso dell’avventura, che si dipanare per decine di ore gioco, gli utenti dovranno affidarsi al Pennello Celestiale, strumento divino che permetterà a Amaterasu di ridonare la vita alle terre nipponiche. Con una sapiente e immediata combinazione di tasti, sarà possibile attivare questi potere disegnano, letteralmente, una linea, un cerchio o dei segmenti, per un totale di 15 combinazioni. Non mancheranno naturalmente le fasi di scontro contro demoni e creature malvagie ma anche in questo caso sarà estremamente semplice ambientarsi e muoversi all’interno di questi “ring”. La semplice pressione di pochi tasti consentirà di superare senza troppe difficoltà queste battaglie che fanno della loro breve durata un vero punto di forza, evitando così di andare a snaturare il gameplay che per la maggior parte si focalizza sull’esplorazione e la risoluzione di enigmi non troppo complessi. Non mancherà infine la possibilità di incontrare altri personaggi che fungeranno da supporto, regalando oggetti, dando vita a missioni secondarie (mai da sottovalutare) oppure donando suggerimenti per il proseguo dell’avventura.
La struttura narrativa è assolutamente gradevole, sviscerandosi alla grande nei meandri della mitologia e dei racconti popolari giapponesi. La struttura dei dialoghi, completamente in inglese, ci ha lasciato invece un po’ perplessi: questi infatti talvolta risultano prolissi e noiosi costringendovi, nelle fasi più avanzate, a skippare senza troppe remore queste sequenze.

okami-hd-recensione

Arte nell’arte

La vera ricchezza di Okami HD, senza dimenticare il gameplay e i contenuti già menzionati in precedenza, risiede proprio nel comparto artistico. Con uno stile visivo decisamente unico, che prende ispirazione dall’arte giapponese del Sumi-e, il titolo Capcom diventa un vero e proprio quadro vivente, un’opera artistica che trasuda bellezza e vive di meraviglia, come se questi elementi fossero il cuore pulsante e l’anima più nascosta di Okami HD. Perdersi nei paesaggi, ben lontani dalle grafiche ultrarealistiche a cui il pubblico videoludico di oggi può essere abituato, resta comunque una vero e proprio piacere, notando inoltre le differenze che luoghi e personaggi assumono con l’alternarsi del ciclo giorno-notte che, per inciso, sarà spesso determinante anche in termini di gameplay.
Questa edizione del gioco permette inoltre agli utenti di scegliere se giocare in modalità Widescreen oppure in 4:3, per chi fosse maggiormente nostalgico del passato.
Resta un peccato che questo titolo non abbia ricevuto il meritato riscontro negli anni passati al momento della sua pubblicazione e la speranza, inutile dirlo, è che questo approdo sulle console di ultima generazione possa riportare alla luce questo gioco, rimasto nascosto come un tesoro dei pirati restato sepolto su un qualche isolotto sperduto in mezzo alla vastità dell’oceano.
Okami si conferma, maggiormente in questa versione che mostra tutto il suo splendore, un vero gioiello nell’ambito videoludico e una perla miliare che chi non conosce ha il dovere e, ne siamo convinti, l’immenso piacere di andare a recuperare.

Vedi le foto: Okami HD

Commenti finali

Okami è uno di questi giochi che possono essere considerati vere e proprie opere d’arte. Il ritorno graditissimo su PlayStation 4, Xbox One e PC riporta in auge un tesoro dell’industria videoludica che per immediatezza, bellezza, visione artistica e contenuti riesce a tenere incollati i giocatori allo schermo per una grande quantità di ore, forse troppe a dire il vero, senza risultare mai noioso o stancante. Un prezzo decisamente accattivante è un’ulteriore motivo per acquistare Okami HD e custodirlo gelosamente nella propria collezione.