Games.it » Sony » Ps4 » Recensioni » Sapere è Potere - Recensione

Sapere è Potere - Recensione

La nuova frontiera dei party game

29 novembre 2017 - di Samuele Zaboi
  • Piattaforma: PlayStation 4
  • Genere: Party Game
  • Sviluppatore: Wish Studios
  • Distributore: Sony
  • Numero giocatori: 2-6
  • Età consigliata: 3+
  • Prezzo: 19,99 €
  • Data di uscita: 22 novembre 2017

Voto della redazione

7,3

Voto dei lettori

Nel mondo dei videogiochi esistono prodotti che possono essere definiti “party-game”, giochi da condividere e da assaporare in compagnia, con amici o familiari. Sony non è mai stata del tutto estranea a questo genere e ora, anche con PlayStation 4, prova a rilanciarsi con un prodotto per certi aspetti innovativo. PlayLink è una serie di titoli che racchiudono la nuova essenza delle esperienze multiplayer, diventate molto social ai giorni d’oggi. Per giocare sarà sufficiente possedere un dispositivo iOS e Android, una copia del titolo e il gioco è fatto. Dopo Dimmi chi sei!, gli utenti PS4 ora possono mettere le mani anche su Sapere è Potere, sviluppato da Wish Studios e che mira a diventare la nuova frontiera dei giochi “alla Trivial Pursuit”.
Guardiamo insieme come è andata.


Più si è, meglio è

Premessa doverosa: per poter giocare a Sapere è Potere è necessario essere in almeno 2 giocatori, questo già esplica la natura del gioco, volutamente studiato per essere multiplayer e con un’impronta profondamente social. All’inizio del titolo, dopo aver collegato i vostri smartphone, tramite apposita app, alla console, il primo passo sarà quello di scegliere il vostro avatar e di integrarlo con un vostro selfie. La natura scherzosa di Sapere è Potere vi porterà all’interno di una sorta di show televisivo, dove il presentatore vi farà da guida, domanda dopo domanda.
Gli utenti in gara potranno scegliere l’argomento delle prime domande votando l’argomento preferito (la funzione Strapotere permetterà di forzare la decisione ma ogni giocatore potrà utilizzarlo una sola volta per tutta la partita) e dando così il via allo show. Per rendere più divertente la struttura di Sapere è Potere prima di ogni quesito sarà possibile attaccare gli avversari con dei malus che andranno a rendere più difficoltosa la risposta che potrà essere congelata oppure coperta di vernice: questo richiederà un lavoro supplementare con le dita che dovranno lavorare velocemente e con precisione sullo schermo del vostro smartphone.
La funzionalità di distribuzione dei malus è sicuramente gradevole se utilizzata con più giocatori in campo (a volte può essere veramente divertente) mentre se gli utenti in gara sono solamente due, tutta la natura di Sapere è Potere viene un po’ meno, perdendo quel mordente e quella varietà garantita normalmente.
Il susseguirsi di domande porterà al round finale dove l’obiettivo concluso sarà quello di raggiungere la vetta della piramide: il vantaggio conquistato durante la partita vi consentirà di partire più o meno in alto e vicino alla cima.

sapere-e-potere-recensione

Il sapere non basta

Sapere è Potere è un titolo sicuramente divertente e che riesce a dare il meglio di sé se affrontato con molti utenti. Il lavoro svolto da Wish Studios nasconde però alcuni limiti che è bene analizzare e contestualizzare. A fronte di una grande varietà di domande e argomenti (è veramente difficile trovare un quesito ripetuto dopo molte partite) restano però alcune perplessità sulla longevità del gioco. La poca varierà dei malus e una struttura però nel complesso varia può rendere, alla lunga, stancante e poco gratificante l’esperienza di gioco di Sapere è Potere. In questo senso la speranza è che nel corso dei prossimi mesi lo studio sviluppatore possa aggiungere nuove feature per rinnovare il titolo, andando così a giustificare la spesa di 19,99€ che, a onor del vero, ci è apparsa eccessiva per quanto proposto fino a ora.
Non vi è dubbio però che Sapere è Potere possa essere un bell’acquisto, soprattutto se amici o familiari “smart” siano pronti a cimentarsi in sfide all’ultima domanda. Il titolo di Wish Studios potrebbe essere il nuovo passamano per le feste natalizie ma, come già precisato poco prima, è necessario non scordare le lacune di questo gioco e sperare che dopo la release il gioco non venga dimenticato trascurandone così il futuro supporto.

Vedi le foto: Sapere è potere

Commenti finali

Sapere è Potere è uno dei nuovi titoli PlayLink e la ricetta, che comprende elementi alla Trivial Pursuit o alla “Buzz!” è senza dubbio vincente e divertente, grazie anche grande quantità di domande presenti nel gioco. Alcune lacune in termini di contenuti “party-game” ci hanno lasciati perplessi circa la longevità e il costo necessario per fare proprio Sapere è Potere e solo il tempo, accanto a un adeguato supporto post-lancio, sapranno sciogliere questi dubbi in maniera definitiva.