Games.it » Nintendo » Switch » Recensioni » Splatoon 2 - Recensione

Splatoon 2 - Recensione

Vernice, vernice ovunque

20 luglio 2017 - di Redazione Games
  • Piattaforma: Nintendo Switch
  • Genere: Sparatutto
  • Sviluppatore: Nintendo
  • Distributore: Nintendo
  • Numero giocatori: 1-multi
  • Età consigliata: 7+
  • Prezzo: 59,99 euro
  • Data di uscita: 21 luglio 2017

Voto della redazione

8,4

Voto dei lettori

Articolo a cura di Pietro Gualano 

La cara vecchia Wii U non ha ottenuto un grande successo, inutile girarci attorno. Cadere nell'errore di bollare questa console come priva di titoli di spessore, tuttavia, sarebbe veramente imperdonabile: la grande N infatti si è impegnata molto per rilanciare la piattaforma, proponendo esclusive di livello e titoli di grandi qualità. Tra queste esclusive non possiamo certo dimenticare il primo Splatoon, sparatutto coloratissimo che abbandonò completamente i classici canoni degli shooter per proporre meccaniche nuove e originali. Quel gioco ottenne un discreto successo e venne supportato a lungo da Nintendo, ma oggi siamo qui per guardare avanti e per parlare di quello che è un sequel a tutti gli effetti: Splatoon 2. Vi invitiamo quindi a prendere pennelli, fucili a vernice e megarulli: la colorazione della base avversaria sta per cominciare!


Polpi solitari

Leviamoci subito il pensiero e diciamo le cose come stanno: Splatoon 2 riparte dalle solide basi del predecessore e cerca di apportare qualche miglioramento alla formula senza stravolgerla. Non ci troviamo di fronte a un prodotto pesantemente differente a quello uscito a suo tempo su Wii U e, di conseguenza, chi ha giocato al primo Splatoon si sentirà subito a casa. Dopo aver fatto questa doverosa premessa possiamo andare ad analizzare le novità introdotte dalla grande N valutando questo nuovo, colorato capitolo della serie.

Il primo cambiamento degno di nota è la presenza di una vera e propria campagna single player. Parliamo, nello specifico, di una serie di stage in cui il giocatore può cimentarsi in esplorazioni e sparatorie. C'è anche una storia di fondo basata sulla sconfitta degli octariani, ma onestamente questo aspetto è talmente marginale che non cattura più di tanto. La trama si aggancia a quanto visto nel primo capitolo e vengono anche riproposti alcuni personaggi "storici" come Stella e Marina. Il livello di sfida della campagna è medio-basso ma crediamo valga comunque la pena affrontarla dal momento che le situazioni in cui ci si trova sono piuttosto divertenti... Giocando in single, inoltre, il giocatore ha la possibilità di provare numerose armi allenandosi così per la ben più impegnativa modalità multiplayer. Mano ai fucili dunque, c'è un mondo da salvare!

Vedi le foto: Splatoon 2

Sverniciare in compagnia

Passiamo ora al cuore del gioco: il multiplayer. Le novità introdotte in questo caso sono molte e sono quasi tutte degne di nota. 

Dopo aver creato il proprio alter ego i giocatori possono prendere confidenza con mappe e competizioni, la classificata non è accessibile da subito dal momento che serve il livello 10. Questa decisione, indubbiamente condivisibile per aumentare la qualità delle ranked, vi costringerà di fatto a partire con le amichevoli impendendovi di salire subito di grado. Equipaggiamenti e armi possono essere sbloccati salendo di livello e investendo la valuta guadagnata in-game, le prime partite che si affrontano sono sempre nella classica modalità mischia: l'obiettivo, come probabilmente immaginerete, è colorare la mappa impedendo all'avversario di fare lo stesso. 

In ranked, invece, la varietà di modalità è maggiore: oltre alla mischia abbiamo torre mobile, zona splat e Bazookarp con partite che, ai gradi più alti, possono raggiungere una durata veramente elevata. 

Naturalmente non mancano modalità co-op basate sulla resistenza alle ondate (Salmon Run), ma dobbiamo sottolineare due limiti: non c'è una chat vocale (grave in un gioco del genere) e non è possibile giocare al di fuori di eventi a tema con altri utenti non in locale. Per chiudere il discorso sulle modalità siamo sicuramente soddisfatti anche se riteniamo che Nintendo potesse osare un po' di più... Le novità rispetto al capitolo precedente, anche se di qualità, non sono moltissime. 

Vedi le foto: Splatoon 2

Armi e mappe 

Armi e mappe sono indubbiamente fattori da tenere in grande considerazione in un gioco di questo genere e, fortunatamente, Nintendo non ci ha delusi. I campi di battaglia hanno sempre una struttura simmetrica di base e permettono all'utente, con un po' di pratica, di anticipare i giocatori meno esperti. La verticalità delle mappe non è troppo accentuata e, sebbene sia possibile assistere a scontri su più piani, genralmente non vi troverete a fare grosse scalate per raggiungere i nemici. 

Per quanto riguarda le armi Nintendo non ha fatto altro che riprendere gli elementi positivi del primo capitolo: abbiamo rulli perfetti per il corpo a corpo, fucili adatti per gli scontri a distanza, armi speciali e imprevedibili... anche l'equipaggiamento che indossiamo di fatto influisce sulla nostra partita assegnandoci questo o quel bonus. Il sistema di perks preparato per l'occasione non è profondissimo ma funziona e speriamo che Nintendo lo arricchisca con futuri aggiornamenti. Abbiamo apprezzato anche il sistema a livelli pensato per le armi che premia di fatto gli utenti più esperti senza essere eccessivamente punitivo per i neofiti

In conclusione possiamo promuovere le mappe e le armi presenti in Splatoon 2: avremmo gradito qualche innovazione in più rispetto al passato, ma il livello resta comunque alto. 

Vedi le foto: Splatoon 2

Luce per gli occhi

Dal punto di vista tecnico Splatoon 2 è un ottimo titolo, il gioco è veramente super colorato e gli sviluppatori hanno fatto un lavoro eccellente con la luce. La vernice sembra appiccicosa al punto giusto e non abbiamo mai riscontrato problemi di fluidità... discorso diverso per la connettività invece, ma per esprimere un giudizio definitivo al riguardo preferiamo aspettare qualche settimana post lancio.

Nulla da dire su musica ed effetti sonori: le melodie preparate dai ragazzi di Nintendo sono perfette considerando il contesto e riescono facilmente a entrare nella testa e nel cuore del giocatore. I modelli dei personaggi sono stati realizzati bene, così come le animazioni, e nel corso della nostra prova non abbiamo riscontrato particolari problemi con le hit box. Non abbiamo incontrato nemmeno bug particolarmente gravi, siamo certi che grazie al costante supporto garantito da Nintendo il gioco rimarrà stabile molto a lungo.

Vedi le foto: Splatoon 2

Conclusione

Splatoon 2 è un ottimo sparatutto, esattamente come il suo predecessore. Il gioco è sicuramente migliore del precedente e, di conseguenza, l'acquisto è indubbiamente consigliato a tutti quelli che hanno apprezzato il primo Splatoon. Le novità ci sono anche se non stravolgono il prodotto, l'unico appunto che ci sentiamo di fare al gioco per il momento è sui problemi di connettività (anche se probabilmente è troppo presto per questo). Splatoon 2 è uno sparatutto colorato e divertente che riesce a regalare il meglio se affrontato in compagnia, un'altra piccola perla nel vasto mondo Nintendo.