Games.it » PC Games » News » PES 2014: mancano pioggia, diverse licenze e editor stadi

PES 2014: mancano pioggia, diverse licenze e editor stadi

Adam Bhatti parla chiaro e illustra tutte le brutte notizie su Pro Evolution Soccer 2014.

29 agosto 2013 - di Giovanni Ferlazzo
La demo trapelata per errore sul PlayStation Network ha messo in luce alcune gravi mancanze di Pro Evolution Soccer 2014, il nuovo gioco di calcio di Konami che sarà disponibile dal mese di settembre su PC, PlayStation 3, PSP e Xbox 360.

pess_1


Adam Bhatti, community manager della serie in Europa, ha pubblicato un lungo post dove vengono elencate tutte le mancanze del prodotto, a cominciare dalla pioggia, non inserita per ragioni tecniche relative al nuovo motore grafico utilizzato per PES 2014, il Fox Engine.

Confermando la notizia che era trapelata dalla demo, Bhatti ne ha dunque approfittato per parlare anche di altre mancanze. Prima di tutte, le licenze. In PES 2014 saranno assenti molti stadi europei principali e soprattutto non sarà presente nemmeno uno stadio del campionato spagnolo, come il Camp Nou o il Santiago Bernabeu. Questione di licenze: EA è stata molto aggressiva per assicurarsi l'esclusiva in FIFA. In totale, PES 2014 metterà a disposizione 20 stadi: 5/6 di questi saranno completamente inventati.

In tal proposito, è stato completamente rimosso l'editor per gli stadi. Una mancanza grave come sottolineato dallo stesso Adam, che non permette dunque ai giocatori di ovviare alle assenze dovute alle licenze. 

Per chiudere, sono diminuite le squadre presenti negli "altri" campionati europei, sempre per una questione di licenze. 

Detto questo, Adam Bhatti assicura che le notizie negative su PES 2014 sono e saranno soltanto queste, e spera che il gameplay rivoluzionato rispetto al passato riesca a mettere queste mancanze da parte.

Pro Evolution Soccer 2014 uscirà il 20 settembre.