Finalmente Google migliora la ricerca | Con l’aggiornamento vedrete le immagini in questo modo

Google vuole che la ricerca sia ancora più facile anche con connessione scarsa e metterà immagini e suggerimenti ovunque.

L’annuncio è arrivato direttamente da Google con un post sul blog ufficiale The Keyword. Lo scopo ultimo a quanto pare è quello di fornire suggerimenti più utili lavorando anche con le immagini e supportando tutti gli utenti a prescindere dalla loro connessione internet.

aggiornamento per la ricerca di google
Google cambia la ricerca con le immagini – games.it

Non sembra esserci un rimando diretto all’intelligenza artificiale, almeno non platealmente, ma è chiaro che i suggerimenti che arrivano dalle ricerche fatte da altri utenti sono poi raccolte e vagliate di certo non da un essere umano.

Il passaggio delle ricerche e dei suggerimenti attraverso le immagini è un riconoscimento di come tante volte, è capitato a tutti, quando si cerca qualcosa su Google in realtà non si sa bene che cosa si sta cercando. Vediamo allora che cosa potete fare con il motore di ricerca della grande G.

Google aiuta la ricerca con le figurine

Nel post sul blog ufficiale di Google quello che viene immediatamente riconosciuto è proprio il fatto che alcune volte si fa una ricerca ma non si sa esattamente quello che si sta cercando e le tre nuove funzioni presenti in Chrome aiutano “con un spinta di ispirazione“. La prima funzione è quella che sfrutta ciò che altri stanno cercando. Facendo login sul propria account e utilizzando Google Chrome da desktop sarà immediatamente possibile vedere le ricerche precedenti e i suggerimenti di ricerca in base a quelle ricerche precedenti mescolate con quello che altri utenti hanno cercato a loro volta.

google cambia la ricerca, perchè vedi tutte quelle immagini
La nuova ricerca assistita di Google è qui (foto Google) – games.it

Un mix di previsioni che dovrebbe avere lo scopo di mettere l’utente nelle condizioni di avere le idee più chiare. La seconda funzione riguarda la moltiplicazione delle immagini come ausilio per la ricerca. Qualunque parola si inizi a cercare, i primi risultati sono tutti accompagnati da un’immagine e da altre parole in autocompletamento, che così aiutano a indirizzare la ricerca. La terza funziona riguardava in particolare gli utenti mobile che si trovano in situazioni per cui la connessione potrebbe essere un po’ ballerina. I suggerimenti sono disponibili anche in caso di connessione non ottimale.

Qualcosa di molto positivo dato che non ovunque nel mondo sono presenti ripetitori a sufficienza per garantire una copertura buona a tutti gli operatori. Un elemento su cui però occorre riflettere è che gli stessi suggerimenti utili arriveranno anche in modalità incognito. Riflettendo su come funziona la modalità incognito, che in teoria non dovrebbe tenere traccia di quello che si cerca, è strano che Google sottolinei come i suggerimenti arriveranno anche in questa modalità. È probabile che per la modalità incognito verranno utilizzati i dati relativi alle ricerche di altri utenti ma non le sessioni passate. Le informazioni sul blog ufficiale di Google confermano poi che queste funzionalità per migliorare la ricerca sono già presenti e quindi potete divertirvi da subito a lasciare che Google vi faccia vedere le sue figurine.

Impostazioni privacy