Nell’industria del Gaming ci sono dei nuovi team di sviluppo | Ecco perché sono interessanti

L’industria dei videogiochi continua nel suo periodo altalenante ma ci sono piccoli segnali positivi: nuovi team di sviluppo da seguire.

Mentre tanti membri di team di sviluppo più o meno famosi cercano lavoro altrove, a seguito delle continue ondate di licenziamenti, ci sono da registrare alcuni nuovi team di sviluppo, in totale 9, nati in alcuni casi da ex membri di altri blasonati developer che hanno chiuso.

absurd ventures e gli altri nuovi team
C’è aria di novità nell’industria. Per fortuna (foto Absurd Ventures) – games.it

Nel panorama deprimente dei numeri che come in un infernale pallottoliere si aggiornano con quelli che sono stati mandati a casa, fa piacere riuscire a parlare anche di chi invece ha trovato un modo per continuare a portare avanti il lavoro di una vita.

Cominciate a prendere dimestichezza con questi nomi perché se tutto va come deve, e noi siamo qui a tenere le dita incrociate per loro, ne sentiremo parlare presto.

Nuovi team di sviluppo al lavoro

8100. Questi sono i numeri, raccolti dai colleghi di Kotaku, di tutti quelli che hanno dovuto in qualche modo trovare un altro posto di lavoro perché il loro team di sviluppo è stato chiuso, la forza lavoro è stata ridotta o si sono avute situazioni per cui è stata mandata a gente a casa. Probabilmente sarà un numero che continuerà a crescere.

nuovi team di sviluppo a lavoro
Giant Skull è uno dei nuovi developer – (foto GS) – games.it

Per evitare di farsi prendere eccessivamente dalla tristezza, però, è bene anche guardare alle notizie positive. Nel corso degli ultimi mesi sono infatti nati almeno 9 team di sviluppo tutti nuovi. Nuovi nel nome ma con spesso alle spalle decine e decine di anni di esperienza. Tra i soggetti più interessanti c’è Giant Skull, il nuovo team di sviluppo indipendente formato dal game e director dei giochi Star Wars Jedi, Stig Asmussen.

Un team di sviluppo che, queste sono le dichiarazioni di Asmussen “vuole rispettare il modo in cui le persone vogliono lavorare e il luogo in cui vogliono lavorare“. E infatti, nonostante la sede sia a Los Angeles, c’è la prospettiva di lavorare con membri sparsi ovunque nel mondo. Dentro ci sono membri che vengono da moltissimi nomi più che noti tra cui Fortnite e Rocksteady Studios.

Un altro team di sviluppo interessante è Emptyvelles, guidato da diversi veterani di id Software che ha già dichiarato di voler portare al mondo uno sparatutto immersivo ispirato ai film, ai graphic novel e ai videogiochi con un’ambientazione distopica. Anche sui curricula di questi nuovi developer ci sono giochi che promettono bene: Call of Duty, Borderlands e Tomb Raider. Terzo nuovo team Bulletfarm, che è guidato da uno degli sviluppatori più famosi di Call of Duty Black Ops, David Vonderhaar. Lo scopo del suo nuovo team è quello di fare i giochi “alla vecchia maniera” con esperienze più intime rispetto a CoD, mantenendo però a quanto pare lo spirito dello sparatutto.

Si sa invece qualcosa in più dello studio giapponese Unseen e del suo Kemuri. Un titolo presentato ai Game Awards del dicembre dell’anno scorso con un trailer che promette molto bene e che è stato apprezzato moltissimo sui social. Ci sono poi i ragazzi di Worlds Untold, alle prese con titoli action adventure tripla A “con mondi così vasti che non possono essere contenuti in una sola storia“.

Worlds Untold ha sede in Canada mentre vengono da Stoccolma i ragazzi di Embark Studios che hanno già stupito tutti con The Finals e che promettono nuove cose in futuro. Non hanno ancora un account sul social di Elon Musk i ragazzi di Elemental Games, che in passato hanno lavorato a Fortnite, Mad Max, Star Wars Battlefront (quello buono) e Just Cause. Sul loro sito ufficiale quello che si vede è un paesaggio che potrebbe sembrare alieno ma per saperne di più occorrerà aspettare.

Sono in giro da circa sei mesi i ragazzi di Blank. (col punto) nati da uno degli sviluppatori  che facevano parte del team di CD Projekt Red. Sul loro sito ufficiale parlano di essere al lavoro su un titolo più piccolo, meno complicato rispetto a quanto fatto per esempio per CD Project Red da alcuni membri e che ha a che fare con l’apocalisse.

Gli ultimi di cui vi segnaliamo l’esistenza sono i ragazzi di Absurd Ventures che a quanto pare sono già al lavoro su due giochi che arriveranno in questo 2024: A Better Paradise e American Caper. Di recente è stato pubblicato una sorta di teaser trailer che ricorda un film sperimentale tedesco del periodo della Bauhaus. Che ci stanno dicendo?

Impostazioni privacy