Licenziato dopo 18 anni di lavoro: il programmatore si sfoga contro una delle software house più amate di sempre

Un programmatore di una famosissima software house è stato licenziato dopo 18 anni e si è sfogato pubblicamente. Ecco cosa ha detto. 

Una delle realtà sfortunate degli ultimi mesi riguarda i continui licenziamenti che stiamo vedendo arrivare dall’industria videoludica. La cosiddetta bolla nata dall’epidemia del COVID è ufficialmente scoppiata, e moltissimi sviluppatori stanno venendo licenziati da studi grandi e piccoli, risultando in moltissimi membri dell’industria che si ritrovano all’improvviso senza lavoro. Il trend, nato nel 2023, non sembra avere intenzione di rallentare nel 2024, anzi.

Il programmatore della software house storica si sfoga per essere stato licenziato dopo 18 anni
Licenziato dopo 18 anni: il programmatore di questa amatissima software house si sfoga online – Games.it

Quest’anno, infatti, abbiamo già visto molte compagnie dire addio a molti dipendenti. Electronic Arts, Supermassive Games, Deck Nine e PlayStation sono solo alcuni dei nomi delle ultime settimane. Sony, in particolare, ha mandato a casa circa 900 dipendenti attraverso tutti i suoi studi. Ed è proprio uno di questi 900 dipendenti che si è sfogato pubblicamente, dando vita ai suoi pensieri nel suo profilo Likedln e parlando della sua reazione al licenziamento.

Licenziato dopo 18 anni: lo sfogo dell’ex programmatore sull’amata software house

Il programmatore in questione è Santiago Gutierrez, uno degli ex artisti di Naughty Dog colpito dai licenziamenti degli ultimi mesi. Santiago ha lavorato per la casa che ha prodotto Crash Bandicoot, Jak & Daxter, Uncharted e The Last of Us per 18 anni, e il licenziamento l’ha lasciato così sconvolto che gli ci sono voluti due giorni per mettere insieme i suoi pensieri sull’evento. Chiedendosi se ha sbagliato qualcosa, Gutierrez sta venendo a patti con la dura realtà: la compagnia a cui ha dedicato quasi vent’anni della sua vita ha deciso di dirgli addio.

Licenziato da Naughty Dog dopo 18 anni, lo sfogo è durissimo
Dopo 18 anni è stato licenziato da Naughty Dog: lo sfogo fa riflettere sulla situazione dell’industria – fonte: X @Naughty_Dog – Games.it

Gutierrez parla prima di tutto dei ricordi che derivano dalla compagnia, con persone che erano diventate familiari, tra lavoro e altre situazioni insieme. Ripensando a tutte le situazioni passate insieme, si rende conto che il suo cuore è completamente infranto, pensando al fatto che l’azienda aveva un ruolo importante nella sua vita. Nello studio sono ancora appesi i disegni dei suoi figli, indicando quanto è stato importante lo studio nella vita di Santiago.

Adesso, purtroppo, Gutierrez deve dire addio a uno studio che è stato una parte fondamentale di metà della sua vita e affrontare la ricerca di un nuovo lavoro in un mercato pieno di persone talentuose che stanno affrontando le sue stesse difficoltà. Senza Naughty Dog, Santiago sente di aver perso il suo scopo, dicendo addio alla comunità che era ormai parte integrante della sua vita quotidiana. Conclude specificando che non si arrenderà alla cosa: anche se il suo cuore è infranto, questa è la possibilità di avviare un viaggio di trasformazione. Un nuovo possibile inizio, quindi, verso nuove avventure che speriamo possano colmare il vuoto lasciato dal licenziamento.

Impostazioni privacy