PS5: nel 2024 non c’è spazio per le esclusive grandi; c’è speranza per quelle “minori”

PS5 non sarà più solo la casa di videogioco faraonici con una serie infinita di A. Da dietro le quinte arrivano voci di progetti taglia M.

Sony potrebbe decidere di tagliare i fondi ai suoi giochi più grandi, famosi ed economicamente dispendiosi e dare spazio a produzioni più contenute.

giochi ps5 meno costosi, la nuova strategia
La nuova strategia 2024 di PlayStation (foto youtube/Playstation)- games.it

Quelle che qualcuno chiama produzioni AA, produzioni A se non addirittura produzioni B. Sappiamo già che non arriverà nulla di mastodontico prima di aprile dell’anno prossimo, in concomitanza forse con l’uscita della prossima console che, vista l’aria che tira, avrà di certo bisogno di tutta la magia dei grandi personaggi esclusive Sony per poter vendere e non trasformarsi in un altro buco di bilancio.

Quali sono quindi i giochi che gli utenti PlayStation che hanno acquistato una PS5 si troveranno offerti per il loro divertimento da qui ai prossimi circa 12 mesi?

PS5 e l’anno dei prodotti minori

Se apprezzate il lavoro dei team di sviluppo indipendenti avrete di certo già imparato ad apprezzare giochi costruiti da team composti da un numero limitato di persone che, con risorse economiche e tecnologica altrettanto limitate, danno invece vita a progetti che stupiscono e ammaliano. Ma non è questo di solito il caso per chi sceglie una console Sony.

stellar blade è un esempio dell'anno che ci aspetta con sony
Giochi a basso budget per il 2024: PS5 cambia strategia (foto Youtube/PlayStation) – games.it

Nel tempo, e soprattutto nel passato recente, decidere di diventare proprietario di una PS5 voleva dire diventare proprietario di un sistema di gioco con opere gigantesche come per esempio Spider-Man, God of War, The Last Of Us eppure la strategia per questo 2024 di Sony sembra proprio quella di lavorare invece con progetti meno roboanti.

A parlarne nel suo podcast Jeff Grubb. Grubb ha infatti dichiarato di aver sentito che Sony ha in cantiere di uscire con una serie di prodotti first party più piccoli e tra questi dovrebbe esserci un nuovo videogioco dedicato ad Astro Bot. Per quello che abbiamo visto in questi primi mesi dell’anno sembra una considerazione totalmente sensata: Helldivers 2, Stellar Blade in arrivo ma anche Concord e Rise of the Ronin. Di certo non stiamo parlando di prodotti con budget enormi.

Oltre a questi giochi, dovrebbero arrivare poi alcuni prodotti di terze parti, poca spesa tanta resa, come successo con Final Fantasy VII Rebirth e come dovrebbe succedere anche quando Konami uscirà con il remake di Silent Hill 2. La situazione economica generale in cui ci troviamo, e in cui si trova quindi anche Sony, non è una situazione in cui le società possono permettersi più grandi spese.

La pandemia che ha obnubilato il giudizio di molti e la crisi con contorno di inflazione feroce che ci viene servita ormai da tempo hanno messo in discussione tutto quello che noi come giocatori sapevamo e le società potevano fare in termini di produzione e poi di ritorno economico. Gli anni di Kratos sono finiti? Probabilmente no ma per sopravvivere sul lungo termine Sony, come gli altri player dell’Industria, dovrà adattarsi e costringere i suoi giocatori a fare altrettanto.

Impostazioni privacy