Samsung Galaxy S25, annunciato l’addio dopo 15 anni: utenti scioccati

Arriva un addio inaspettato da Samsung con il nuovo Galaxy S25, ponendo fine a 15 anni di storia. Ecco cosa hanno annunciato.

Sono stati annunciati da pochi mesi i nuovi Samsung Galaxy S24, ma la gente già guarda al futuro con sorprendenti indiscrezioni sui futuri Samsung Galaxy S25. Questi, secondo alcuni leaker, segneranno un momento importante nella storia degli smartphone della casa coreana, che si preparano a un addio storico che ha sorpreso tutti gli utenti. Ecco di cosa si tratta.

Samsung Galaxy S25, arriva l'addio inaspettato
Arriva un addio inaspettato con il Samsung Galaxy S25 – Screenshot YouTube @Samsung – games.it

Secondo quanto condiviso da diversi leaker su X, infatti, Samsung potrebbe porre fine a una collaborazione storica. Questo segnerebbe un grosso cambiamento nella linea di smartphone della compagnia coreana, che ha sempre sfruttato al massimo la collaborazione. Nonostante questo le voci sembrano molto credibili, e molti utenti si chiedono cosa riserverà il futuro per i telefoni Samsung.

Samsung Galaxy S25, l’addio inaspettato: cosa dicono i leaker

Secondo i leaker Samsung avrebbe intenzione di porre fine alla collaborazione con Qualcomm e, quindi, rinunciare ai chipset Snapdragon. Questa collaborazione va avanti dal 2009, e le due compagnie hanno anche fatto una serie di Samsung Galaxy con uno Snapdragon dedicato per ottenere la massima potenza possibile dal telefono. La collaborazione sembra, nonostante questo, essere destinata a essere ridimensionata pesantemente. I leaker, infatti, affermano che la serie Galaxy S25 non userà nessun chipset Qualcomm, sostituendoli con gli Exynos 2500.

Samsung dice addio a Qualcomm con i Galaxy S25
Con i Galaxy S25 Samsung dice addio a Qualcomm – games.it

La cosa si applicherà anche ai Galaxy A, che alterneranno gli Exynos con i chipset di MediaTek. La serie A tende a essere meno performante, quindi il cambiamento sarà meno drastico. I Galaxy Z, invece, continueranno a utilizzare gli Snapdragon. La collaborazione sarebbe, quindi, non completamente finita, ma piuttosto ridotta in maniera significativa e limitata a certe serie specifiche degli smartphone Samsung.

Al momento Samsung non ha né confermato né smentito le voci. Non sappiamo, inoltre, come si comporterà l’Exynos 2500 rispetto allo Snapdragon 8 Gen 4. Entrambi i chipset sono ancora in fase di sviluppo, quindi la casa coreana potrebbe sorprendere tutti con prestazioni al di sopra delle aspettative Per avere conferma dovremo aspettare ancora qualche mese, quando Geekbench e altri siti pubblicheranno i primi risultati dei test sui nuovi chipset. Nel frattempo attendiamo la conferma o smentita di Samsung, con ulteriori chiarimenti sul perché hanno intenzione di ridurre al minimo una collaborazione storica fondamentale per la loro produzione di smartphone.

Impostazioni privacy