C’è un simulatore di spaghetti che sta facendo arrabbiare tutti i Giocatori | Sembra più difficile di un dark souls

Arriva il titolo più difficile dell’anno, e si tratta di un simulatore di spaghetti. Ecco il gioco che sta facendo infuriare tutti.

Che alcuni giochi siano più difficili di altri è risaputo. Nell’ultimo decennio la serie di Dark Souls si è fatta una reputazione basata sulla difficoltà, al punto dove la gente ha definito i giochi più difficili come “il Dark Souls del rispettivo genere”. Questo ha generato a sua volta molte discussioni, come la necessità o meno di una difficoltà più facile nei videogiochi più tosti, e la nascita di giochi nati col solo scopo di far infuriare il giocatore, come Getting Over It di Bennett Foddy.

Il gioco che sta facendo infuriare tutti è un simulatore di spaghetti
C’è un nuovo gioco che sta facendo infuriare tutti, e si tratta di un simulatore di spaghetti – Games.it

E oggi a tavola è servito un altro gioco che sta facendo infuriare tutti per la sua difficoltà. Servito è proprio il termine giusto, perché si tratta di un gioco dove bisogna mangiare spaghetti. Premessa semplice e familiare a tutti gli italiani, ma controller alla mano la cosa si rivela molto più difficile del previsto. Ecco tutti i dettagli sul gioco e come puoi provarlo.

Il simulatore di spaghetti che sta facendo infuriare tutti: come provarlo

Il gioco si chiama Spaghetti Quest, ed è stato sviluppato per la Ludum Dare 47. Programmato da Pedro Fuentes e Sergio Martinez, a cui si aggiunge Pablo Andrés nel reparto grafico e Paolo Vicenzi che offre la sua voce. L’obiettivo è semplice, in teoria: mangiare un piatto di spaghetti sporcando il meno possibile, tutti serviti su una classica tovaglia a quadretti e conditi da musica napoletana, donandogli quella classica atmosfera italiana a cui siamo tutti abituati.

Come provare il simulatore di spaghetti che ha fatto arrabbiare tutti
Il simulatore di spaghetti che ha fatto infuriare tutti ha il nome di Spaghetti Quest – fonte: pedrofuentes.itch.io – Games.it

Mentre l’obiettivo è apparentemente semplice, la cosa diventa progressivamente più difficile man mano che il giocatore va avanti, trovandosi di fronte portate sempre più difficili da gestire, come gli spaghetti con le polpettine o gli immancabili bucatini all’amatriciana. Insomma, un viaggio all’italiana che metterà a dura prova la pazienza di tutti i giocatori nostrani.

Provare il gioco è facile: basta dirigersi sulla pagina itch.io di Pedro Fuentes, dove si può giocare al titolo direttamente via browser, senza bisogno di scaricare nulla. Basterà usare il mouse per controllare la forchetta, che può essere sollevata, abbassata e usata per arrotolare la pasta. Tutto quello che vi resta da fare è andare a provarlo e mantenere la massima pazienza mentre mangiate gli spaghetti.

Impostazioni privacy