Games.it » Sony » Ps4 » Anteprima » Uncharted: L’Eredità Perduta - Anteprima

Uncharted: L’Eredità Perduta - Anteprima

Una suggestiva presentazione ci ha mostrato uno dei giochi più attesi dell'estate

27 luglio 2017 - di Astre .
  • Piattaforma: Playstation 4
  • Genere: Action
  • Sviluppatore: Naughty Dog
  • Distributore: Sony
  • Numero giocatori: 1
  • Età consigliata: 16 +
  • Prezzo: 40,98
  • Data di uscita: 23/08/2017

Voto della redazione

n.d.

Voto dei lettori

Anteprima di Marco Mandolini

Sotto il sole cocente di Milano e nella suggestiva location del ristorante asiatico Shambala (avete colto il riferimento, sì?), abbiamo assistito alla presentazione di Uncharted: L’Eredità Perduta, tenuta dal Creative Director Sean Escayg e dal Director of Communications Arne Meyer, e messo le mani sulla versione finale del titolo.

Chloe Mon Amour

Dopo aver lasciato Nathan Drake a prendere il sole in spiaggia, ci pensa Chloe Frazer a prendere le redini della pluripremiata serie di Naughty Dog dando la caccia alla leggendaria Zanna di Ganesh, risalente all’impero Hoysala che ha governato un’estesa regione dell’India meridionale tra il X e XIV secolo. Un manufatto che farebbe gola anche al peggiore dei cattivoni, qui incarnato dal perfido Asav, un mercenario che che ruba tesori e manufatti antichi per fini politici. Nella sua avventura, Chloe, sarà accompagnata dalla già conosciuta Nadine Ross che, dopo la disfatta della Shorline alla fine del quarto capitolo, cerca di capire chi sia realmente oltre alla super addestrata mercenaria vista in Fine di un Ladro, aiutando la nostra protagonista grazie alle sue conoscenze nel campo dei soldati prezzolati. Una coppia, insomma, così insolita, formata da donne così diverse ma pronte a mettere da parte le proprie divergenze per riuscire a sopravvivere. 

Vedi le foto: Uncharted: The Lost Legacy

Pad Alla Mano 

Sul fronte del gameplay non ci grosse novità: la formula così riuscita del quarto capitolo, viene riproposta ne L’Eredità Perduta in una vesta leggermente migliorata. Nei 40 minuti a nostra disposizione, abbiamo avuto la possibilità di esplorare una vasta area di gioco con la Jeep, che ritorna in questo capitolo dopo il successo avuto nel quarto, alla ricerca di torri e templi in cui trovare 3 simboli (nell’ordine scelto a piacimento dal giocatore) legati alla dea Ganesh, dopo aver affrontato scagnozzi di Asav e trappole e puzzle ben studiati. Purtroppo non abbiamo avuto modo di esplorare ogni singolo anfratto della mappa a causa del tempo ristretto e della grandezza elevata della mappa, in cui è molto facile perdersi se non grazie all’aiuto di una comoda cartina in cui, oltre alle zone d’interesse, viene segnalata anche la nostra posizione in tempo reale. Durante le fasi di shooting abbiamo notato una limitata gestione della mira assistita, che costringerà il giocatore ad essere molto più preciso e abile, e un livello di difficoltà notevolmente aumentato rispetto all’ultimo capitolo, non solo per l’output di danni inferto dai nemici, ma anche per la nuova gestione dell’intelligenza artificiale che presenta pattern molto più diversificati che metteranno alle strette chi sceglierà di adottare un approccio stealth. Cambiamenti, ci ha riferito Arne Meyer, dovuti al non voler riutilizzare gli stessi setting del quarto capitolo, oltre alla modifica della verticalità delle mappe e all’inserimento di armi (tra cui anche pistole silenziate) che avrebbero compromesso l’equilibrio del titolo. Segnaliamo la presenza dello scassinamento, unica vera modifica legata al gameplay, che permetterà a Chloe di aprire casse lasciate dai mercenari per trovare armi rare o tesori, dopo aver completato un minigioco, forse troppo semplice, con l’analogico sinistro. Inoltre insieme alla campagna, della durata di circa 10 ore, e alla presenza del trofeo di Platino, chi comprerà il pacchetto avrà totale accesso alla modalità multiplayer del quarto capitolo con l’aggiunta di oggetti inediti (non ci hanno spiegato quali) legati all’avventura di Chloe e Nadine.  

Vedi le foto: Uncharted: The Lost Legacy

Commento

Naughty Dog non ci ha presentato un semplice DLC, ma un’espansione vera e propria ricca di contenuti, la quale fa capire la passione e l’amore che i Cagnacci provano per questa saga, con delle meccaniche di gameplay che ormai hanno raggiunto il massimo splendore ma capaci di regalare emozioni forti, insieme ad una trama che promette profondità e tanta azione e che fa capire ai fan, e ai nuovi giocatori, che Uncharted non è solo Nathan Drake.